Monte Cimone 18 e 19 giugno 2011

Monte Cimone 18 e 19 giugno 2011
Non è in vendita online

Descrizione

Monte Cimone 18 e 19 giugno 2011.....divertimento allo stato puro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OsPedale...nota Organizzazione Sportiva ciclistica

 

Era un bambino altissimo, il suo primo dente gli cadde a 6 anni, ma raggiunse terra solo quanto lui ne aveva 8...

 

 

 

 

Matematica: + me lo - più vengo - , x non venir + - non me lo - + , o x lo - me lo - di - .

 

Sapete chi era il popolo che poteva fare a meno delle donne?    

Gli Ottomani  

Ieri ho conosciuto una bionda stupenda che mi ha detto "Vieni a casa mia, non ci sta nessuno!". Ci sono andato, era vero, non ci stava nessuno!  

Io scavo tu scavi egli scava noi scaviamo voi scavate essi scavano come barzelletta non e un gran che ma e molto profonda

Le massime di LUIGI

 

 

Anno 1969 primo giorno nella nuova casa costruita con tanta fatica e  tante cambiali.

 

La mamma aveva preparato ( come era allora consuetudine per chi era abituato alle vecchie abitazioni con pavimenti brutti) le pattine per non rovinare i nuovi e tanto sospirati  pavimenti e disse a papa’ di mettersele.

Il sor Testi le prese e le butto’ via lanciandole dal terrazzo e gli disse, con il dito indice rivolto in modo di avvertimento, io posso fare i sacrifici per pagarla ma non per abitarci!!!!!!!!!

 

In quei anni disse che in banca quando chiedevi dei soldi si chiamava “FIDO” secondo lui il nome nasce dal fatto che in quel momento ti fanno sentire un CANE…………..

 

Il mutuo 1997

 

Non sapevo se acquistare  o affittare (oppure non fare niente) il negozio per aprire una nuova attivita’ perche’ avevo altri due mutui in essere e vivevo la cosa come un salto nel buio.

Era da giorni , non sapendo cosa fare o non fare, che mi sentivo giu’ e anche poco sereno mio padre mi prese da parte e mi chiese che hai? Non ti senti bene? No no, risposi io sto bene ma non so cosa fare , ho una gran paura di sbagliare.

Hai chiesto in banca?Ti danno i soldi per acquistarlo? Ti danno la cifra che ti serve? Mi chiese.

Si ,si, me li danno prendendo l’immobile a garanzia, risposi ma ho anche un forte timore di non farcela.

Bene allora compralo subito perche’ devi sapere che se li avevi  non dovevi rischiarli in una nuova attivita’ con il rischio di perderli.

Se la banca te li da’ vuol dire che e’ un buon affare e se dopo un po’ di anni non riuscirai a pagare vorra’ dire che niente avevi prima e niente avrai dopo.

In quello stesso istante con questa semplicita’ ritrovai la mia serenita’ e dopo pochi giorni ho fatto le pratiche del mutuo!!!!!

 

Parenti e amici

 

Lui diceva che se devi vendere una bici ad un parente o ad un’amico hai due sole possilita’:

La prima e’ quella di regalarla…….

La seconda e’ quella di vendere a prezzo pieno…..

Perche’ se vendi a quanto la paghi o addirittura a meno lui pensera’ che tu ci abbia straguadagnato ugualmente….!!!!!!!!

 

 

Nella sua lunga esperienza sia di vita ( quasi 90 anni ) che  lavorativa ( piu’ di 70 anni ) ha capito questo:

La maggioranza dei lavori che risultano non andare bene ai clienti sono quelli non pagati alla consegna, quelli pagati subito funzionano meglio….

 

Se un’amico ti chiede dei soldi e tu tieni a quell’amicizia devi dirgli che ti dispiace ma non sei nella condizione di poterlo aiutare perche’ per chiederli a te vuol dire che li ha gia’ chiesti sia allle banche che ai parenti piu’vicini e quindi la sua difficolta’ nel restituire il prestito e la tua difficolta’ nel richiederlo ( perche’ e’ un tuo amico ) fa si che si perda il contatto, l’amicizia e spesso anche i soldi.

 

 

Io non ho mai capito il perche’, ma ai soldi ci si affeziona  :

Se uno ti da 1 milione e ti dice:  per favore lo puoi tenere tu  per sei mesi dato che vado all’estero. Quando torna  sentirai  una strana sensazione ,tipo un dispiacere, nel rendere cio’ che era suo e non tuo ed e’ per questo che quando hai del denaro non tuo lo devi dare il prima possibile per non provare questo incomprensibile stato d’animo…..

 

Le regola del negozio bici

Se vuoi fare un po’ di soldi regala ai clienti un tiraraggi……..quasi sempre ti riporteranno le ruote (quadrate) da rimettere a posto

 

 

Ricorda sempre che il favore lo fa’ il cliente  nel venire a comprare  da te  e non tu a  vendere……

Quando non provi piu’ questo “sentimento” e’ meglio che tu decida di chiudere …..! almeno lo avrai deciso tu e non gli altri per te !!!

 

 

Il traffico

 

Chiedeva sempre informazioni sul lavoro e si informava sulle modalita’ di pagamento per gli acquisti da parte dei clienti moto, auto e bici.

Era ha conoscenza del fatto che  nel 2005 ( aveva 85 anni ) gia`si vendevano moto o auto oramai solo con finanziamenti.

Nel giugno 2007, una domenica, lo portai ad una gara di biciclette  e nel rientrare trovammo una fla di circa 40 minuti in superstrada ( ipercoop di collestrada aperta!!!!!! ) .

Il papa’ mi disse un po’ spazientito : quante macchine!!!!!!! Che fila!!!!!!!! Ma e’ sempre cosi’ ?

Io risposi : papa’ purtroppo questo non e’ niente in confronto delle code che ci sono intorno alle grandi citta’, pensa che nelle tangenziali spesso si fanno ore ed ore di coda,in molte citta’ per muoversi sono costretti a partire con ore di anticipo per fare pochi km.

Lui dopo minuti di silenzio disse: secondo me per risolvere i problemi del traffico invece di fare targhe alterne o  domeniche chiuse al traffico lo stato dovrebbe mettere una legge che  possono circolare  soltanto le auto che sono finite di pagare!!!!!!!!!!!!!!

 

 

Negli ultimi tempi stava tanto in casa e non usciva per niente ( lui aveva sempre sostenuto che i giorni piu’ tediosi erano le domeniche e le festivita’ perche’ a parer suo non passava il tempo come quando si lavorava) e per lui che per tutta la sua vita non si era mai fermato e aveva lavorato per molte ore al giorno era un problema.

Dopo un po’ di giorni mi disse : ma ti rendi conto di quante cose ci sono in questa casa pensa che mi ci sono volute parecchie ore, e non ho finito, solo per guardarle tutte e sai che ti dico:

se togliamo le cose che non servono in casa rimarrebbe veramente poco, la tavola e poco altro.

E aggiunse: ma che le avremo prese a fa’!!!! siamo pronti a fare sacrifici, a volte anche grandi,  per avere delle cose che non ci servono!!!!  boh !!!!

 

 

 

Quando vedeva un’uomo con la lampo o i bottoni dei pantaloni aperti lo guardava negli occhi e con la mano sulla sua spalla gli diceva:

Bravo fai bene,ai morti bisogna dare aria!!!!!!!!

 

 

Aveva 85 anni ed ancora veniva in negozio ed ogni qualvolta che gli chiedevano:  sig Testi ma ancora lavora? non e` ora che va in pensione????

La sua risposta era uguale per tutti!!!!!!!!!!!!! (chiaramente in tono simpatico)

In pensione io?????   io se vado, vado in albergo!!!!!!!!!!!!